Piattaforma clinica EV1000

Tutto ciò che serve. Esattamente quando serve.

Piattaforma clinica EV1000

Tutto ciò che serve. Esattamente quando serve.

La piattaforma clinica EV1000 di Edwards Lifesciences presenta lo stato fisiologico del paziente in modo intuitivo e significativo. Progettata e convalidata in collaborazione con i medici, la piattaforma clinica EV1000 offre scalabilità e adattabilità in sala operatoria e nei reparti di terapia intensiva.

La piattaforma clinica EV1000 consente di scegliere i parametri necessari per monitorare i pazienti e può essere utilizzata con diversi strumenti di monitoraggio emodinamico avanzato Edwards per un Edwards Critical Care System integrato.

Piattaforma clinica EV1000
Tutto ciò che serve. Esattamente quando serve.

La piattaforma può essere usata insieme alla gamma di soluzioni per il monitoraggio emodinamico avanzato di Edwards, comprendente la fascetta per dito ClearSight, il sensore FloTrac, il catetere venoso centrale per ossimetria Edwards e i cateteri per ossimetria PediaSat, e il set VolumeView.

A seconda della complessità della procedura e dei fattori di rischio specifici del paziente, è possibile scegliere i propri parametri dinamici e basati sul flusso preferiti, oltre alla soluzione di monitoraggio emodinamico Edwards più adatta all'approccio clinico prescelto e alle esigenze dei pazienti con un rischio chirurgico da moderato ad alto.

Possibilità di scelta.

La piattaforma clinica EV1000 offre la possibilità di scegliere quali parametri visualizzare e come visualizzarli. Le opzioni dello schermo includono schermata di fisiologia in tempo reale (sia intermittente sia continua), schermata cockpit, schermata di posizionamento obiettivo, schermata dei trend grafici e schermata delle relazioni di fisiologia.

Supporto clinico visivo.

L'accesso continuo ai parametri emodinamici avanzati fornisce informazioni chiare e immediate sullo stato fisiologico del paziente che consentono di prendere decisioni più informate sulla somministrazione del volume, facilitando il mantenimento del paziente nell'intervallo di volume ottimale. Gli indicatori colorati comunicano lo stato del paziente con immediatezza e le schermate cliniche grafiche consentono di riconoscere e comprendere in modo tempestivo ed efficace le rapide variazioni delle condizioni cliniche per aiutare i medici a prendere decisioni migliori.

La più avanzata prospettiva per la guida alla somministrazione del volume.

La piattaforma clinica EV1000 offre la più avanzata prospettiva per la guida alla somministrazione del volume.

Le più recenti schermate cliniche grafiche disponibili sulla piattaforma clinica EV1000 (per l'uso con i sistemi ClearSight, FloTrac e VolumeView) consentono di mantenere i pazienti nell'intervallo di volume ottimale e di ridurre la variabilità della somministrazione dei fluidi. L'indicatore Time-in-Target facilita il rispetto della Perioperative Goal Directed Therapy (PGDT), aiutando l'utente a seguire e gestire i parametri chiave, oltre che a creare e monitorare protocolli personalizzati. L'indicatore Time-in-Target rappresenta la percentuale di tempo accumulata durante la quale un parametro è rimasto nel target prescelto durante la sessione di monitoraggio.

Il software analitico per la PGDT, scaricabile e disponibile offline, offre dashboard di monitoraggio aggiuntive e solide funzionalità di reporting parametri e per analisi incrociate di coorte e puo' essere utilizzato con i sistemi ClearSight, FloTrac e VolumeView.

Requisiti completi e download del software analitico per la PGDT

    

Schermata cockpit
Schermata dei trend grafici
Schermata di fisiologia intermittente
Schermata delle relazioni di fisiologia intermittente
Schermata di posizionamento obiettivo
Schermata di intervento
Schermata di monitoraggio con numeri grandi
Schermata dei trend tabellari
Schermata di interrogazione pazienti
Schermata cockpit

Schermata dei trend grafici

Schermata di fisiologia intermittente

Schermata delle relazioni di fisiologia intermittente

Schermata di posizionamento obiettivo

Schermata di intervento

Schermata di monitoraggio con numeri grandi

Schermata dei trend tabellari

Schermata di interrogazione pazienti

Specifiche del prodotto per la piattaforma clinica EV1000

Monitor
Peso 2,1 kg
(4,6 lb)
Dimensioni Altezza: 226 mm
Larghezza: 296 mm
Profondità: 58,6 mm
Display Area attiva: 257 mm (10,4")
Risoluzione: LCD 800 x 600
Sistema operativo Windows XPe
Numero altoparlanti 2
Monitor (modello Advantech)
Peso 2 kg (4,4 lb)
Dimensioni Altezza: 217 mm
Larghezza: 280 mm
Profondità: 46 mm
Display Area attiva: 266 mm (10,4")
Risoluzione: LCD 1024 x 768
Sistema operativo Windows XPe
Numero altoparlanti 2
Databox
Peso 0,9 kg
(2,0 lb)
Dimensioni Altezza: 145 mm
Larghezza: 206 mm
Profondità: 64 mm

Accessori della piattaforma clinica EV1000

Sistema EV1000 Numero di modello
Piattaforma clinica EV1000 EV1000A
Monitor EV1000 Numero di modello
Monitor EV1000M
Staffa per monitor EVMB1
Databox EV1000 Numero di modello
Databox EV1000DB
Staffa per monitor databox EVBB1
Sostegno per trasduttore EVDTH4
EV1000 Pump-Unit Numero di modello
Pump-Unit EVPMP
Staffa Pump-Unit EVPMPBRKT
Hardware periferico non invasivo EV1000 Numero di modello
Kit con pressostato PC2K
Fascia del pressostato, confezione multipack PC2B
Tappo connettore manicotto pressostato PC2CCC
Sensore di riferimento cardiaco EVHRS
Applicazione clinica
Possibilità di scelta.

La piattaforma clinica EV1000 offre la possibilità di scegliere quali parametri visualizzare e come visualizzarli. Le opzioni dello schermo includono schermata di fisiologia in tempo reale (sia intermittente sia continua), schermata cockpit, schermata di posizionamento obiettivo, schermata dei trend grafici e schermata delle relazioni di fisiologia.

È stato dimostrato che i parametri emodinamici avanzati implementati nell'ambito di un protocollo di Perioperative Goal Directed Therapy (PGDT) riducono le complicanze postoperatorie in pazienti con rischio chirurgico da moderato ad alto.16 Il sistema FloTrac fornisce parametri emodinamici avanzati che possono essere utilizzati in PGDT per controllare la variabilità nella somministrazione del volume e facilitare il mantenimento del paziente nell'intervallo di volume ottimale.

Curva di Frank-Starling e curva di Bellamy

  • Ottimizzazione del volume di eiezione (SV)1–9 

La misurazione del volume di eiezione con il sensore FloTrac consente un approccio personalizzato alla somministrazione di fluidi fino a quando l'SV raggiunge un plateau sulla curva di Frank-Starling, per prevenire l'ipovolemia e l'eccessiva somministrazione di fluidi.

  • Ottimizzazione della variazione del volume di eiezione (SVV)10

Per i pazienti in ventilazione controllata, la SVV è risultata un indicatore specifico e altamente sensibile della risposta al precarico, fungendo da marker accurato dello stato del paziente sulla curva di Frank-Starling.

Evidenze cliniche dell'ottimizzazione emodinamica

Oltre 30 studi controllati randomizzati e più di 14 metanalisi hanno dimostrato i vantaggi clinici dell'ottimizzazione emodinamica rispetto alla gestione tradizionale del volume.12-15

È stato dimostrato che i parametri emodinamici avanzati implementati nell'ambito di un protocollo di PGDT riducono le complicanze post-operatorie in pazienti con rischio chirurgico da moderato ad alto.16 Il sistema FloTrac fornisce parametri emodinamici avanzati che possono essere utilizzati in PGDT per controllare la variabilità nella somministrazione del volume e facilitare il mantenimento del paziente nell'intervallo di volume ottimale.

Il catetere venoso centrale per ossimetria Edwards. Rilevamento precoce. Intervento proattivo.

Nel paziente critico, i parametri vitali tradizionali possono essere indicatori tardivi di una compromissione o dell'inadeguatezza della distribuzione di ossigeno ai tessuti. Fornendo una misura globale in tempo reale del bilancio di ossigeno, il catetere venoso centrale per ossimetria Edwards rileva le variazioni critiche con maggiore tempestività rispetto ai parametri vitali tradizionali permettendo un più rapido riconoscimento dell'ipossia tissutale, favorendone la prevenzione.18-22

Il monitoraggio continuo della ScvO2 è fondamentale per la valutazione dell'adeguatezza dell'equilibrio tra distribuzione e consumo di ossigeno. L'obiettivo del monitoraggio continuo della ScvO2 con il catetere venoso centrale per ossimetria Edwards è garantire l'equilibrio nel rapporto tra distribuzione e consumo di ossigeno per contribuire al miglioramento dell'assistenza al paziente critico.26

Il monitoraggio continuo della ScvO2 risulta utile in molteplici applicazioni intra- e post-operatorie,28,29 tra cui:

  • Rischio di perdita ematica elevata, ad esempio nei casi di resezioni epatiche, traumi, problemi vascolari
  • Elevate variazioni dei fluidi nei casi di problemi gastrointestinali
  • Tolleranza della ventilazione a polmone singolo nei casi di interventi toracici
  • Indicazione precoce della mancata tolleranza dell'estubazione

Il valore prognostico della ScvO2 è stato dimostrato in19:

  • Interventi con elevato rischio post-operatorio31
  • Traumi21
  • Sepsi19,23
  • Insufficienza cardiaca congestizia26,30
  • Recupero da arresto cardiaco24,25
Una nuova prospettiva per i parametri volumetrici e di gestione dei fluidi. 

Il set VolumeView di Edwards Lifesciences, usato in combinazione con la piattaforma clinica EV1000, consente la visualizzazione significativa di parametri volumetrici estremamente utili in modo totalmente nuovo.
Connesso al supporto tramite il supporto clinico visivo della piattaforma clinica EV1000, il set VolumeView è in grado di offrire una rappresentazione visiva chiara e unica dello stato fisiologico del paziente, compresa l'indicazione dell'acqua polmonare extra-vascolare (EVLW).

Destinato all'uso per il trattamento dei pazienti acuti, il set VolumeView offre parametrici volumetrici informativi (EVLW, PVPI, GEDV e GEF) che possono essere usati specificamente nel trattamento di edema polmonare, lesioni polmonari acute o sindrome da sofferenza respiratoria acuta33. I parametri volumetrici vengono forniti attraverso la termodiluizione transpolmonare (TPTD).

Il set VolumeView fornisce anche utili parametri emodinamici calibrati continui (CO, SV, SVR e SVV) tramite un algoritmo propietario del sistema VolumeView brevettato Edwards. Questo algoritmo fornisce un trend continuo tra le calibrazioni di questi parametri emodinamici chiave basato sulle variabili della forma d'onda arteriosa. Questi parametri possono anche essere calibrati tramite termodiluizione transpolmonare manuale intermittente.

Formazione emodinamica
Formazione per la terapia intensiva Edwards

Edwards fornisce programmi di formazione scientifica dal 1972. Offre una gamma completa di programmi online, su carta stampata e in loco, disponibili per medici e staff clinici.

Questi sono gli strumenti specifici per la formazione:

Implementazione del prodotto

Configurazione della piattaforma clinica EV1000 con sensore FloTrac

Video formativo per assistenza diretta che spiega come configurare in modo corretto il sensore FloTrac con la piattaforma clinica EV1000.

Configurazione della piattaforma clinica EV1000 con fascetta per dito ClearSight

Video formativo per assistenza diretta che spiega come configurare in modo corretto la fascetta per dito ClearSight con la piattaforma clinica EV1000.

Configurazione della piattaforma clinica EV1000 con un catetere venoso centrale per ossimetria Edwards

Video formativo per assistenza diretta che spiega come configurare in modo corretto il catetere venoso centrale per ossimetria Edwards con la piattaforma clinica EV1000.

Configurazione del set VolumeView con la piattaforma clinica EV1000

Video formativo per assistenza diretta che spiega come configurare in modo corretto il sistema VolumeView con la piattaforma clinica EV1000.


I vantaggi di Edwards

La nostra azienda si impegna a fornire a istituti, medici e staff clinici i più alti livelli di supporto e assistenza clienti per garantire un'implementazione ottimale e un utilizzo continuativo dei propri prodotti:


Contattare una rappresentante commerciale

Riferimenti:
  1. Cecconi M, Fasano N, Langiano N, et al. Goal directed haemodynamic therapy during elective total hip arthroplasty under regional anaesthesia. Crit Care. 2011;15:R132
  2. Sinclair S, James S, Singer M. Intraoperative intravascular volume optimization and length of hospital stay after repair of proximal femoral fracture: randomised controlled trial. AMJ. 1997;315:909–912.
  3. Gan T, Soppitt A, Maroof M, et al. Goal-directed intraoperative fluid administration reduces length of hospital stay after major surgery. Anesthesiology. 2002;97(4):820–826.
  4. Venn R, Richardson P, Poloniecki J, Grounds M, Newman P. Randomized controlled trial to investigate influence of the fluid challenge on duration of hospital stay and perioperative morbidity in patients with hip fractures. Br J Anaesth. 2002;88(1):65–71.
  5. Conway D, Mayall R, Abdul-Latif M, Gilligan S, Tackaberry C. Randomised controlled trial investigating the influence of intravenous fluid titration using oesophageal Doppler monitoring during bowel surgery. Anaesthesia. 2002;57(9):845–849.
  6. McKendry M, McGloin H, Saberi D, Caudwell L, Brady A, Singer M. Randomised controlled trial assessing the impact of a nurse delivered, flow monitored protocol for optimisation of circulatory status after cardiac surgery. BMJ. 2004;329:358.
  7. Wakeling H, McFall M, Jenkins C, Woods W, Barclay G, Fleming S. Intraoperative oesophageal Doppler-guided fluid management shortens postoperative hospital stay after major bowel surgery. Br J Anaesth. 2005;95(5):634–642
  8. Noblett S, Snowden C, Shenton B, Horgan A. Randomized clinical trial assessing the effect of Doppler-optimized fluid management on outcome after elective colorectal resection. BJS. 2006;93(9):1069–1076.
  9. ChytraI, Pradl R, Bosman R, Pelnar P, Kasal E, Zidkova A. Esophageal Doppler-guided fluid management decreases blood lactate levels in multiple-trauma patients: a randomized controlled trial. Crit Care. 2007;11:R24.
  10. Benes J, ChytraI, Altmann P, et al. Intraoperative fluid optimization using stroke volume variation in high risk surgical patients: results of prospective randomized study. Crit Care. 2010;14:1-15.
  11. Donati A, Loggi S, Preiser JC, Orsetti G, Munch C, Gabbanelli V, Pelaia P, Pietropaoli P. Goal-directed intraoperative therapy reduces morbidity and length of hospital stay in high-risk surgical patients. Chest. 2007;132:1817–1824.
  12. Grocott et al. Perioperative increase in global blood flow to explicit defined goals and outcomes after surgery: a Cochrane systematic review. Br J Anaesth 2013
  13. Giglio MT, Marucci M, Testini M, Brienza N. Goal-directed haemodynamic therapy and gastrointestinal complications in major surgery: a meta-analysis of randomized controlled trials. Br J Anaesth 2009; 103: 637–46
  14. Dalfino L, Giglio MT, Puntillo F, Marucci M, Brienza N. Haemodynamic goal-directed therapy and postoperative infections: earlier is better. A systematic review and meta-analysis. Crit Care 2011; 15: R154
  15. Corcoran T et al. Perioperative Fluid Management Strategies in Major Surgery: A Stratified Meta-Analysis. Anesthesia – Analgesia 2012
  16. Hamilton MA, Cecconi M, Rhodes A. A systematic review and meta-analysis on the use of preemptive hemodynamic intervention to improve postoperative outcomes in moderate and high risk surgical patients. Anesthesia – Analgesia 2011; 112: 1392–402.
  17. Bellamy, MC. Wet, dry or something else? B J Anaestha. 2006; 97(6): 755–757
  18. Reinhart K, et al. Continuous central venous and pulmonary artery oxygen saturation monitoring in the critically ill. Intensive Care Med. 2004;30(8):1572-8.
  19. Rivers EP, et al. Central venous oxygen saturation monitoring in the critically ill patient. Curr Opin Crit Care. 2001;7(3):204-11.
  20. Ingelmo P, et al. Importance of monitoring in high risk surgical patients. Minerva Anestesiol. 2002;68(4):226-30.
  21. Scalea, TM, et al. Central venous oxygen saturation: a useful clinical tool in trauma patients. J Trauma 1990;30(12):1539-43.
  22. Ander, DS, et al. Undetected cardiogenic shock in patients with congestive heart failure presenting to the emergency department. Am J Cardiol 1998;82(7):888-91.
  23. Rady, MY, et al. Resuscitation of the critically ill in the ED: responses of blood pressure, heart rate, shock index, central venous oxygen saturation, and lactate. Am J Emerg Med 1996;14(2):218-25.
  24. Nakazawa, K, et al. Usefulness of central venous oxygen saturation monitoring during cardiopulmonary resuscitation. A comparative case study with end-tidal carbon dioxide monitoring. Intensive Care Med 1994;20(6):450-1.
  25. Rivers, EP, et al. The clinical implications of continuous central venous oxygen saturation during human CPR. Ann Emerg Med 1992;21(9):1094-101.
  26. Loren D. Continuous venous oximetry in surgical patients. Ann Surg. 1986;203/3:329-333.
  27. Donati A, et al. Goal-directed intraoperative therapy reduces morbidity and length of hospital stay in high-risk patients. Chest. 2007;132:1817-1824.
  28. Noguiera P, et al. Central Venous Saturation: A Prognostic Tool in Cardiac Surgery Patients. J Intensive Care Med. 2010;25(2):111-116.
  29. Vallet B, et al. Venous oxygen saturation as a physiologic transfusion trigger. Crit Care. 2010;14:213.
  30. Edwards, Vigileo Operators Manual: A-4.
  31. Pearse, R, et al. Changes in central venous saturation after major surgery, and association with outcome. Crit Care 2005;9(6):R694-91.
  32. CL Gurudatt. Perioperative fluid therapy: How much is not too much? Indian J Anaesth. 2012 Jul-Aug: 56(4): 323-®325
  33. Monet et al.  Assessing pulmonary permeability by transpulmonary thermodilution allows differentiation of hydrostatic pulmonary edema from ALI/ARDS.  Intensive Care Med, 2007;33:448-453

Utilizzo Professionale

Utilizzo Professionale

Per informazioni complete sulla prescrizione, incluse indicazioni, controindicazioni, avvertenze, precauzioni ed eventi avversi, consultare le Istruzioni per l'uso.

I dispositivi Edwards Lifesciences in vendita nel mercato europeo e conformi ai requisiti essenziali di cui all'articolo 3 della direttiva 93/42/CEE relativa ai dispositivi medici recano il marchio di conformità CE.

Please update your browser

Please update to a current version of your preferred browser, this site will perform effectively on the following:

Unable to update your browser?

If you are on a computer, that is maintained by an admin and you cannot install a new browser, ask your admin about it. If you can't change your browser because of compatibility issues, think about installing a second browser for browsing and keep this old one for compatibility