ClearSight ClearSight

Sistema ClearSight

Nessuna barriera. Maggiore chiarezza.

Sistema ClearSight

Nessuna barriera. Maggiore chiarezza.

Il sistema ClearSight estende i vantaggi del monitoraggio emodinamico continuo a una più ampia popolazione di pazienti, inclusi i pazienti con rischio chirurgico da moderato ad alto. 1,2,3 Sfruttando la comprovata tecnologia Nexfin, 4,23 il sistema ClearSight offre ai medici la massima chiarezza senza complessità né invasività. 5
SISTEMA CLEARSIGHT

Semplicità non invasiva. Chiarezza di nuova generazione.

Il sistema ClearSight non invasivo offre informazioni emodinamiche preziose per una più ampia popolazione di pazienti e consente in tal modo di prendere decisioni più informate sulla somministrazione del volume nei casi di pazienti con rischio chirurgico da moderato ad alto.1,2,3

Clarity in Every Moment.

Il sistema ClearSight si collega rapidamente al paziente avvolgendo una fascetta gonfiabile intorno al dito.6 La semplicità del sistema ClearSight consente l'accesso non invasivo alle informazioni emodinamiche e continuamente aggiornate per una popolazione di pazienti più ampia, in cui un catetere arterioso non viene in genere utilizzato. Ciò consente ai medici di prendere decisioni più informate sulla gestione dei fluidi.5

Un approccio semplice e non invasivo al monitoraggio dei principali parametri emodinamici.

I parametri dinamici e basati sul flusso, quali SV e SVV, forniti dal sistema ClearSight possono essere usati nei protocolli di Perioperative Goal Directed Therapy (PGDT) e sono essenziali per la somministrazione del volume ottimale nei pazienti a rischio di sviluppare complicanze.7

Fascetta per dito ClearSight
Tecnologia del sistema ClearSight
Fascetta per dito ClearSight
Storia di ClearSight
Supporto clinico visivo EV1000
Fascetta per dito ClearSight

Tecnologia del sistema ClearSight

Fascetta per dito ClearSight

Storia di ClearSight

Supporto clinico visivo EV1000

Sfruttando la comprovata tecnologia Nexfin 4,23, il sistema ClearSight offre ai medici la massima chiarezza senza complessità né invasività. 5 Questa stessa tecnologia viene anche impiegata come standard per il monitoraggio degli astronauti nello spazio. 8

La tecnologia Nexfin è stata ampiamente convalidata nel corso degli anni. 1,9 I dati di misurazione della pressione sanguigna sono risultati di ottima qualità dal confronto sia con metodi non invasivi intermittenti sia con metodi invasivi in continuo. 4,10 Gli studi dimostrano che la tecnologia Nexfin consente la misurazione della pressione sanguigna in conformità ai criteri AAMI. 3 Inoltre, i dati clinici dimostrano che la determinazione della pressione sanguigna tramite tecnologia Nexfin è più accurata di quella ottenuta tramite il tradizionale misuratore di pressione con manicotto per braccio, secondo il confronto delle due metodiche con misurazioni invasive in pazienti sottoposti a interventi di chirurgia ortopedica. 10

Analogamente, la determinazione della gittata cardiaca tramite tecnologia Nexfin è stata convalidata sulla base del confronto con diverse metodiche di riferimento, tra cui termodiluizione polmonare, termodiluizione transpolmonare, ecoDoppler transesofageo/toracico e rirespirazione di gas inerti. Il range degli errori percentuale, compreso tra il 23% e il 39%, è comparabile a quello della maggior parte dei metodi invasivi. 4,10,12,13 Errori maggiori sono stati registrati nel caso di pazienti critici nei quali la compromissione del flusso al dito può influire sulle prestazioni della tecnologia Nexfin. 13

Molti studi hanno dimostrato che la tecnologia Nexfin, oltre a poter misurare i valori di gittata cardiaca assoluti, è in grado di rilevare in modo affidabile le variazioni della gittata cardiaca. Pertanto, gli studi condotti hanno concluso che la tecnologia Nexfin è una metodica di monitoraggio adatta alla misurazione perioperatoria continua della gittata cardiaca. 1,4,11

Studi di convalida della pressione sanguigna

rispetto alla misurazione non invasiva con manicotto per braccio   Pazienti  Bias ± DS
Nowak et al. – Am J Emergency Med 2011 20 40 pazienti di pronto soccorso  SIS -0,9±23,3 / DIA -2,5±8,1
Akkermans et al. – Hypertension in Pregnancy 2009 21 33 pazienti in gravidanza  SIS 2,3±6,8 / DIA -2,5±8,1
Eeftinck Schattenkerk et al. – Am J Hypertension 2009 22 104 volontari  SIS 4,3±9,3 / DIA -2,5±8,1
rispetto a linea radiale invasiva 
Martina et al. – Anesthesiology 2012 23 50 pazienti cardiochirurgici MAP 2,2±6,4
Fischer et al. – Brit J Anesthesia 2012 24 44 pazienti cardiochirurgici  MAP 4,6±6,5
Martina et al. – ASAIO J 2010 25 18 pazienti durante CPB   MAP -1,3±6,5
Kalmar et al. – ASA 2012 26 110 pazienti in sala operatoria MAP 3,0±9,0

Studi di convalida della gittata cardiaca

rispetto a termodiluizione polmonare  Pazienti Percentuale di errore
Bubenek-Turconi – Anesth & Analg 2013 27 25 pazienti post-CABG 39%
Bogert et al – Anaesthesia 2010 28 25 pazienti post-CABG 30%
Stover et al – BMC Anesthesiology 2009 29 10 pazienti UTI gravi 29%
rispetto a termodiluizione transpolmonare     
Broch et al – Anaesthesia 2012 30 40 pazienti cardiochirurgici 23%/26%
Monnet et al – Critical Care 2012 31 45 pazienti UTI gravi 57%
rispetto a eco-Doppler transtoracico    
Van der Spoel et al. – J Clin Anesth 2012 32 40 pazienti ASA 1&2 39%
Van Geldorp et al. – Europace 2011 33 23 pazienti CRT 15%
rispetto a eco-Doppler esofageo     
Chen et al. J Clin Anesth 2012 34 23 pazienti ASA 1-3 37%

La tecnologia non invasiva Nexfin si è sviluppata negli ultimi 35 anni ed è stata convalidata rispetto ad altre tecnologie standard di riferimento. Fin dai primi anni settanta, la pressione arteriosa al dito veniva misurata utilizzando la tecnologia basata sulle fascette per dita.1,9 

Questa tecnologia si fonda su due metodi:

  • Il metodo volume clamp per la misurazione continua della pressione sanguigna9
  • Il metodo Physiocal per la calibrazione iniziale e frequente14 

Il principio alla base del metodo volume clamp consiste nel clampaggio dell'arteria per mantenerne costante il volume esercitando in modo dinamico una pressione di pari livello su ogni lato della parete arteriosa. Il volume viene misurato da un fotopletismografo integrato nella fascetta14.

La pressione del misuratore viene applicata tramite una camera d'aria interna alla fascetta e viene regolata 1000 volte al secondo in modo da mantenere il volume arterioso costante.  Physiocal è il metodo per la determinazione in tempo reale del corretto volume arterioso "scarico", ovvero il volume privo di un gradiente pressorio attraverso la parete arteriosa. Physiocal analizza la curvatura e la sottigliezza del pletismogramma durante episodi brevi di livelli di pressione costante. Tramite Physiocal, il sistema viene quindi automaticamente e periodicamente ricalibrato consentendo il rilevamento accurato delle variazioni fisiologiche, ad esempio del tono vasomotorio.14

DescrizioneN. modello
Fascetta per dito ClearSight, misura piccola, confezione multipack CSCS
Fascetta per dito ClearSight, misura media, confezione multipack CSCM
Fascetta per dito ClearSight, misura grande, confezione multipack CSCL
Piattaforma clinica EV1000 NI EV1000NI

Connettività a IFM tramite collegamento seriale, a HL7 tramite collegamento Ethernet o motore di integrazione HL7.

APPLICAZIONE CLINICA

Per i pazienti con un rischio chirurgico da moderato ad alto in cui tipicamente non è considerato, o possibile il posizionamento di una linea arteriosa, il sistema ClearSight di nuova generazione offre un approccio semplice per il monitoraggio dei principali parametri emodinamici, tra cui: 2,3,5

  • Volume di eiezione (SV)
  • Variazione del volume di eiezione (SVV)
  • Gittata cardiaca (CO)
  • Resistenza vascolare sistemica (SVR)
  • Pressione sanguigna continua (cBP)
  • Informazioni emodinamiche estremamente utili in pazienti con rischio chirurgico da moderato ad alto

Grazie all'integrazione della fascetta per dito ClearSight di nuova generazione nella piattaforma clinica EV1000, è ora possibile utilizzare un'unica piattaforma con opzioni di monitoraggio emodinamico non invasivo o mini invasivo, come il sensore FloTrac. Il sistema ClearSight invia inoltre una pressione analogica per la visualizzazione della pressione sanguigna non invasiva su un monitor al posto letto. 

Oltre 30 studi controllati randomizzati e più di 14 metanalisi hanno dimostrato i vantaggi clinici dell'ottimizzazione emodinamica rispetto alla gestione tradizionale del volume. 16-19 Numerose ricerche dimostrano che l'ottimizzazione emodinamica ottenuta tramite Perioperative Goal Directed Therapy (PGDT), che sfrutta parametri dinamici utili per la determinazione della responsività ai fluidi, riduce le complicanze postoperatorie.

Formazione emodinamica

Formazione per la terapia intensiva Edwards

Edwards fornisce programmi di formazione scientifica dal 1972. Offre una gamma completa di programmi online, su carta stampata e in loco, disponibili per medici e staff clinici.

Questi sono gli strumenti specifici per la formazione:

Contattare una rappresentante commerciale

Riferimenti:
  1. Bubenek S, Craciun M, Miclea I, Perel A. Noninvasive continuous cardiac output by the Nexfin before and after preload-modifying maneuvers: a comparison with intermittent thermodilution cardiac output. Anesthesia & Analgesia 2013; 117(2):366-72.
  2. Maguire S, Rinehart J, Vakharia S, Cannesson M. Respiratory variation in pulse pressure and plethysmographic waveforms: Intraoperative applicability in a north American academic center. Anesthesia & Analgesia 2011; 112: 94-96
  3. Martina J. Noninvasive continuous arterial blood pressure monitoring with NexFin. Anesthesiology 2012; 116: 1-12.
  4. Broch O, A comparison of the Nexfin and transcardiopulmonary thermodilution to estimate cardiac output during coronary artery surgery. Anesthesia 2012; 1-7.
  5. Truijen J, Lieshout J, Wesselink W, Westerhof B. Noninvasive continuous hemodynamic monitoring 2011. Journal of Clinical Monitoring and Computation; 4: 267-78.
  6. Eeftinck D. Nexfin noninvasive continuous blood pressure validated against riva-Rocci/Korotkoff 2009. American Journal of Hypertension; 22: 378-383.
  7. Michard F, Rational fluid management: dissecting facts from fiction 2012. British Journal of Anesthesia 108: 369-371
  8. Hughson R, Cardiovascular regulation during long-duration spaceflights to the International Space Station. Journal of Applied Physiology 2011; 112: 719-727
  9. Penaz J. Photoelectric measurement of blood pressure, volume and flow in the finger. International Conference on Medical and Biological Engineering. 1973; 1-3
  10. Sterr J, Comparison of the continuous noninvasive Nexfin monitoring system with conventional invasive methods to measure arterial blood pressure in high risk hip surgery. European Journal of Anesthesiology 2013;30: 35
  11. Chen G, Comparison of noninvasive cardiac output measurements using the Nexfin monitoring device and the esophageal Doppler. Journal of Clinical Anesthesia 2012; 24: 275-283
  12. Van der Spoel AG, Comparison of noninvasive continuous arterial waveform analysis (Nexfin) with transthoracic Doppler echocardiography for monitoring of cardiac output. Journal of Clinical Anesthesia 2012; 24: 304-309.
  13. Monnet X, The estimation of cardiac output by the Nexfin device is of poor reliability for tracking the effects of a fluid challenge. Critical Care 2012; 16:R212
  14. Wesseling K, Physiocal, calibrating finger vascular physiology for Finapress. TNO Biomedical Instrumentation 1995; 1-16
  15. Cecconi M, Fasano N, Langiano N, et al. Goal directed haemodynamic therapy during elective total hip arthroplasty under regional anaesthesia. Crit Care. 2011;15:R132
  16. Giglio MT, Marucci M, Testini M, Brienza N. Goal-directed haemodynamic therapy and gastrointestinal complications in major surgery: a meta-analysis of randomized controlled trials. Br J Anaesth 2009; 103: 637–46
  17. Dalfino L, Giglio MT, Puntillo F, Marucci M, Brienza N. Haemodynamic goal-directed therapy and postoperative infections: earlier is better. A systematic review and meta-analysis. Crit Care 2011; 15: R154
  18. Corcoran T et al. Perioperative Fluid Management Strategies in Major Surgery: A Stratified Meta-Analysis. Anesthesia – Analgesia 2012
  19. Bellamy, MC. Wet, dry or something else? B J Anaestha. 2006; 97(6): 755–757
  20. Nowak et al, The inability of emergency physicians to adequately clinically estimate the underlying hemodynamic profiles of acutely ill patients.  American Journal of Emergency Medicine.  2012; 30: 954–960
  21. Akkermans J, Continuous noninvasive blood pressure monitoring, a validation study of Nexfin in a pregnant population.  Hypertension in Pregnancy 2009; 28: 230-242
  22. Eeftinck D.  Nexfin noninvasive continuous blood pressure validated against riva-Rocci/Korotkoff. American Journal of Hypertension 2009; 22: 378-383
  23. Martina J, Noninvasive continuous arterial blood pressure monitoring with NexFin.  Anesthesiology 2012; 116: 1-12
  24. Fischer M,  Non-invasive continuous arterial pressure and cardiac index monitoring with Nexfin after cardiac surgery.  British Journal of Anesthesia 2012; 109: 514-521
  25. Martina J. Noninvasive blood pressure measurement by the Nexfin monitor during reduced arterial pulsatility: a feasibility study. ASAIO J. 2010 May-Jun; 56(3): 221-7.
  26. Kalmar AF, Validation of Continuous Noninvasive Arterial Blood Pressure Measurements During General Anesthesia, abstract presented at the Anesthesiology Annual Meeting, 2012
  27. Bubenek S, Craciun M, Miclea I, Perel A.  Noninvasive continuous cardiac output by the Nexfin before and after preload-modifying maneuvers: a comparison with intermittent thermodilution cardiac output.  Anesthesia & Analgesia  2013; 117(2):366-72.
  28. Bogert L, Pulse contour cardiac output derived from non-invasive arterial pressure in cardiovascular disease. Anesthesia 2010; 10: 1365-2044
  29. Stover J, Noninvasive cardiac output and blood pressure monitoring cannot replace an invasive monitoring system in critically ill patients.  BMC Anesthesiology 2009, 9:6  
  30. Broch O, A comparison of the Nexfin  and transcardiopulmonary thermodilution to estimate cardiac output during coronary artery surgery.  Anesthesia 2012; 1-7.
  31. Monnet X, The estimation of cardiac output by the Nexfin device is of poor reliability for tracking the effects of a fluid challenge. Critical Care 2012; 16:R212
  32. Van der Spoel AG, Comparison of noninvasive continuous arterial waveform analysis (Nexfin) with transthoracic Doppler echocardiography for monitoring of cardiac output. Journal of Clinical Anesthesia 2012; 24: 304-309.
  33. Van Geldopr IE, Comparison of a non-invasive arterial pulse contour technique and echo Doppler aorta velocity-time integral on stroke volume changes in optimization of cardiac resynchronization therapy.  Europace 2011;13(1):87-95.
  34. Chen G, Comparison of noninvasive cardiac output measurements using the Nexfin monitoring device and the esophageal Doppler. Journal of Clinical Anesthesia 2012; 24: 275-283

Utilizzo Professionale

Utilizzo Professionale

Per informazioni complete sulla prescrizione, incluse indicazioni, controindicazioni, avvertenze, precauzioni ed eventi avversi, consultare le Istruzioni per l'uso.

I dispositivi Edwards Lifesciences in vendita nel mercato europeo e conformi ai requisiti essenziali di cui all'articolo 3 della direttiva 93/42/CEE relativa ai dispositivi medici recano il marchio di conformità CE.

Please update your browser

Please update to a current version of your preferred browser, this site will perform effectively on the following:

Unable to update your browser?

If you are on a computer, that is maintained by an admin and you cannot install a new browser, ask your admin about it. If you can't change your browser because of compatibility issues, think about installing a second browser for browsing and keep this old one for compatibility